Se avete un acquisto su Amazon ma dopo aver ricevuto l’articolo, purtroppo, vi siete accorti che quello che avete ricevuto non è ciò che vi aspettavate, non c’è nessun problema, in quanto, potrete avvalervi del servizio Amazon resi che vi dà la possibilità di restituire al venditore l’articolo non conforme alle aspettative e ottenerne la sostituzione oppure addirittura il rimborso. Solitamente è possibile restituire l’articolo comprato su Amazon, senza particolare specifica del motivo, sino a 30 giorni dalla data in cui è avvenuta la consegna. Ci sono però alcuni casi in cui questa tempistica si riduce oppure altri in cui non si può far valere proprio il diritto di recesso.

Vediamo, adesso, come funziona la procedura che riguarda il reso su Amazon per gli articoli acquistati direttamente presso il più grande servizio di vendite online.

Come si ottiene il rimborso?

Come dicevamo la politica prevista da Amazon per i resi permette di rimandare indietro gli articoli acquistati, senza specificare il motivo, sino a 30 giorni dalla data di consegna.

Le spese di spedizione però saranno a proprio carico, a meno che non si provveda a restituire l’articolo entro 14 giorni; in questo caso Amazon si farà carico anche delle spese.

Per quanto concerne i rimborsi, essi vengono erogati sullo stesso metodo di pagamento usato per l’acquisto oppure attraverso l’emissione di buoni Amazon. Più precisamente il rimborso si può avere attraverso l’emissione del buono Amazon al momento della ricezione del prodotto da parte del corriere, oppure attraverso un accredito sulla propria carta di credito dopo 1 settimana circa dalla ricezione dell’articolo.

In alcuni casi si può richiedere un rimborso immediato, ad esempio se l’articolo che vuoi restituire prevede questa possibilità, si può ottenere il rimborso senza dover aspettare la consegna del prodotto ma, ovviamente, ci si dovrà impegnare a restituire il bene entro 30 giorni dall’avvenuta consegna altrimenti il rimborso verrà sottratto dall’account; infatti, di solito questa modalità funziona con l’accredito di un bonus.

Ovviamente è superfluo precisare che tutti i prodotti che si intende restituire devono essere mantenuti in perfette condizioni o, comunque, nelle stesse in cui sono stati recapitati.

Per esempio, nel caso in cui abbiate comprato un articolo nuovo, questo non può presentare danni, che non siano diversi da quelli presenti eventualmente al momento dell’avvenuta ricezione. Lo stesso vale per quanto concerne l’acquisto di un articolo usato: questo non deve avere segni di usura o difetti di alcun genere, se non quelli già presenti quando è stata effettuata la consegna.

Articoli per i quali non si può effettuare il reso

Come dicevamo, esistono determinati casi in cui proprio non è possibile chiedere il reso. In particolar modo si tratta di alcune categorie di articoli che si trovano in una lista esclusa dal programma di Amazon resi e che, quindi, non si possono restituire, tranne che questi non presentino un guasto o dei difetti. Questi articoli che non fanno parte del programma dei resi si possono riassumere in una lista:

  • Prodotti confezionati su misura o personalizzati a proprio gusto;
  • Articoli che hanno una data di scadenza breve o siano a rischio deterioramento;
  • Beni che presentano un sigillo che è stato aperto a seguito della consegna;
  • Bevande di natura alcolica, il cui prezzo è stato pattuito nel momento della conclusione del contratto della vendita e, la cui consegna, viene fatta soltanto dopo 30 giorni in quanto il valore reale dipende dalle fluttuazioni del mercato che Amazon non può controllare;
  • Software e prodotti audiovisivi che hanno la confezione aperta o priva di sigilli;
  • Contenuti digitali la cui esecuzione sia già stata avviata;
  • Giornali, periodici e/o riviste, eccezion fatta per i contratti di abbonamento che riguardano la fornitura degli stessi.

Ovviamente per qualsiasi eventualità e chiarimenti, è a disposizione degli utenti una pagina con le specifiche della propria politica dei resi.

I più condivisi

Ecco quali sono i modelli del famoso marchio Amazon Kindle

Negli ultimi anni la tecnologia è arrivata anche a sostituire i libri cartacei. Infatti, per alcune persone  è molto più semplice portare con sé in una borsa o zainetto un dispositivo elettronico piuttosto che un libro, magari anche ingombrante e pesante, da leggere su un mezzo pubblico. In questo modo, è iniziata una certa diffusione dei cosiddetti Kindle. Questi, in pratica, sono dei dispositivi tecnologici particolari, che permettono di leggere libri in formato elettronico e comunemente noti come E-book.

Leggi tutto...

La nostra personale recensione del Samsung Galaxy S9

In un mondo sempre più tecnologico, in cui sia per motivi di lavoro che di semplice svago si tende a rimanere in contatto costante con la rete internet, per molte persone diventa importante possedere dispositivi elettronici che offrano prestazioni di alti livelli e varie funzionalità per ogni esigenza. Gli smartphones rientrano tra questi dispositivi e nel corso degli anni hanno visto un'evoluzione straordinaria, trasformandosi da semplici telefoni portatili in veri e propri computer tascabili.

Leggi tutto...

Amazon Prime Video: ecco come accedere al servizio

Negli ultimi decenni, la diffusione e l'uso della rete internet a livello planetario è stata considerevole ed ha sempre più coinvolto sia le attività lavorative che quelle destinate allo svago delle persone. In quest'ultimo caso, particolare successo hanno ottenuto quelle piattaforme online che permettono di acquistare e vedere film, produzioni televisive o contenuti di altro genere, quali ad esempio eventi sportivi o documentari scientifici o naturalistici.

Leggi tutto...